Il Qi

qi

L’ideogramma che rappresenta il Qi è composto di due parti, una più in basso che rappresenta una spiga di riso (e quindi gli aspetti più materiali e concreti di questa energia) ed un’altra parte in alto che rappresenta il vapore che è rilasciato dal riso mentre cuoce e che si innalza verso l’alto.
L’idea implicita in questo segno, quindi, è quella di rappresentare il carattere di mutevolezza del Qi, che da materiale diventa immateriale e che dalla Terra sale al Cielo, rappresentando un elemento al tempo stesso celeste e terrestre contemporaneamente.
Si tratta dell’essenza vitale che anima ogni elemento naturale e che può presentarsi più densa oppure più sottile.
Come il Jing, anche il Qi del nostro organismo ha una sua componente ereditaria (che si esprime nella costituzione di ciascuno di noi) ed una componente acquisita, che si alimenta attraverso il cibo, l’aria che respiriamo ed attraverso il Qi universale, anche grazie alle pratiche energetiche come il Taijiquan o il Qi Gong.
Il Qi è un elemento molto mobile, circola nei meridiani energetici del nostro corpo e rappresenta la rete di connessione e comunicazione tra tutte le parti che lo compongono, permette all’organismo di strutturarsi ed essere coeso, consente agli organi ed ai visceri di restare al proprio posto ed al sangue di scorrere.
Questa energia è immagazzinata nel Dan Tian Medio, collocato in mezzo al torace al livello del plesso solare, quindi è correlato con la respirazione e con la salute degli organi interni, anch’essi importanti riserve di Qi.

4 Dislike0
Visite: 802
Save
Cookies user preferences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Analytics
Google Analytics Cookies
Google Analytics
Accept
Decline
Cookie 1
Cookie 1 - Detail
Accept
Decline