La costituzione Fuoco in medicina Tradizionale Cinese

costituzione_fuoco

Il fuoco è un’energia abbagliante, evanescente, tremante, eccitante, dirompente, in espansione, volubile ed alle volte sfuggente, difficilmente controllabile e corrisponde all’estate, il tempo in cui le piante e gli esseri viventi si sviluppano secondo il loro massimo potenziale.

L’estate fa improvvisamente apparire un senso di splendore, di compimento, un sole brillante si arrampica verso lo zenit, lo Yang è dominante: luce, calore, attività e interazione sono al culmine.

Il tipo fuoco è quindi "brillante" (come il sole) sotto tutti i punti di vista, odia la monotonia e la routine, è caratterizzato da un’energia che va in tutte le direzioni, quindi è tendenzialmente raggiante, veloce, energico, esuberante, attivo, espansivo ed estroverso, servizievole e generoso, è un idealista ed un acuto pensatore, ma può essere anche incostante, pedante e molto timido: è molto influenzato dalle emozioni, per lui il sentire conta più del ragionare.  La sua scelta migliore, quindi, è sempre quella istintiva, se ragiona troppo sbaglia, è in grado di prendere rapidamente decisioni giuste perché “lo sente”. È attento ai rapporti umani, è passionale, empatico, sensibile, ha un rapporto affettivo con tutto quello che fa. A causa di queste caratteristiche i maschi fuoco alle volte possono apparire effeminati.

Psicologicamente, il comportamento Fuoco rispecchia quello dell’infanzia: si tratta di un iperemotivo, ipersensibile, di un ribelle che lotta per nobili cause e contro le ingiustizie.

L’intelligenza in generale è buona, ma intellettivamente, esistono due sottocategorie di tipi Fuoco: la prima gode di una memoria straordinaria accompagnata da un’intelligenza vivace, superiore alla media, e di una capacità di concentrazione fuori dal comune, la seconda presenta una memoria fallace, non riesce a darle un metodo e a ricordare ciò che si vuole, ricordando invece cose senza importanza. 

Alle persone Fuoco piacciono i giochi di gruppo, lo stare assieme, solitamente non particolarmente timido e ben ambientato nel sociale, il tipo fuoco è allegro e di compagnia, non si tira indietro di fronte al gioco e alla socializzazione (come detto la sua energia tende ad andare dal centro verso l’esterno, in tutte le direzioni); le persone con questa caratteristica a volte sono egocentrici, autoritari e vogliono sempre essere al centro dell’attenzione, ridono in maniera fragorosa, sono rumorosi nelle loro esternazioni emotive.  Un tipo espansivo può essere irruento e aggressivo oppure introverso e pessimista, quando si arrabbia è temibile. Le donne Fuoco si “dannano” per amore, se la loro vita affettiva va male hanno difficoltà in tutto.

Le persone caratterizzate da questa energia sono in continuo mutamento, sono volubili, irascibili, suscettibili, non sono sempre degni di fiducia, essendo mutevoli come il Fuoco e possono avere difficoltà a portare a termine le cose, non sanno da dove cominciare e spesso non mantengono le promesse. Sono tuttavia tipi sinceri, generosi ed idealisti, se qualcosa non va glielo si legge negli occhi. Gli occhi di un tipo Fuoco, infatti, sono un libro aperto: hanno acuto spirito d’osservazione ed analizzano le cose in profondità.

Sono sognatori, sia di giorno che di notte; spesso fanno incubi o sogni molto coinvolgenti. Sono molto coraggiosi e scarsamente attratti dal guadagno, con tendenza a spendere molto. Alcune volte i tipi fuoco sono allegri senza un perché, possono apparire quindi fatui e superficiali, ingenui.

Le persone Fuoco godono di buona salute in Primavera ed Estate ma si ammalano in Autunno e in Inverno.

Sono soggetti a stanchezze improvvise e totali, che si fanno sentire in un solo colpo ed espongono il soggetto Fuoco a periodi di depressione. Il loro sonno è costituzionalmente breve, dalle 4 alle 6 ore a notte. 

Se la spinta del fuoco eccede può disperdere energie in troppe direzioni, perdere il senso dei propri limiti, soffrire di ansia, inquietudine, agitazione e instabilità emotiva, fino alla follia e presentare problematiche cardiache e circolatorie. In generale le persone Fuoco tendono a soffrire di problemi che riguardano la coppia Cuore-Piccolo Intestino (disturbi psichici, emotivi e del sonno, intolleranze alimentari, coliti, cistiti etc.). Possono diventare quindi invadenti, logorroici e non sapere più trovare una propria collocazione. Al contrario, se in equilibrio, hanno senso critico e sanno discriminare e fino a che punto possono arrivare.

Gli antichi Cinesi temevano la tipologia Fuoco in quanto questo, pur dando calore e piacere alla vita, può consumarla rapidamente.

Morfologia Fuoco

Fisicamente il tipo Fuoco è ben proporzionato, alle volte ha un fisico imponente, altre volte è delicato dall’aspetto magro e secco, con ossa sporgenti, ma è comunque “armonico”: non necessariamente bello, ma proporzionato.

I tipi Fuoco hanno il colorito roseo/rosso, incarnato florido, pelle delicata, umida, liscia e luminosa (la luminosità della cute, quando è presente, indica un ottimo Shen di Cuore), occhi magnetici e molto espressivi (generalmente chiari), bocca a cuore, statura medio alta, fronte ampia, i capelli sono ricci, castani o rossi, radi come pure la barba o tendenza alla calvizie, collo, braccia e gambe lunghe, muscoli delle spalle, della schiena e dei fianchi ben sviluppati, la testa piccola, il mento appuntito (hanno quelle che vengono chiamate le Cinque Strutture a Punta, cioè la testa, la fronte, il naso, il viso e la bocca a punta che rendono la forma del viso ovale e simile ad una fiamma appuntita quando divampa). Il viso a volte presenta arborizzazioni capillari sulle gote che sono spesso colorite. Possono avere denti larghi, piedi e mani piccoli con le dita sottili e mobili, in generale le mani sono eleganti con dita più lunghe del palmo (o uguali in lunghezza), apertura delle dita “a raggiera” (come il sole); le unghie sono bombate, i polpastrelli rosei, il dorso della mano curato, levigato.

Si muovono in modo elegante, con un’andatura veloce, sciolta e rapida, il passo è leggero con passi abbastanza larghi e naturali, camminano in un modo lesto, attivo e sicuro che trasmette l’idea di molta energia, spesso scuotendo il corpo (si muovono costantemente proprio come si muove sempre il fuoco), ma sempre con un andamento leggero quasi come se non toccassero per terra.

Origini delle strutture energetiche del fuoco:

  • Esagerata: nasce da congestione del sangue, accumulo di calore, esaurimento dell’umidità, disarmonie cuore/polmone oppure cuore/rene
  • Crollata: nasce da esaurimento del sangue, perdita di calore, debolezza di fegato, cuore, milza
  • Aggravamento: nasce con il clima caldo e d’estate, con l’assunzione di cibi caldi e piccanti, di alcool o sostanze psichedeliche, negli orari che vanno dalle 11 alle 15 oppure dalle 23 alle 3

Caratteristiche emotive/caratteriali:

  • Armoniosa: vivace, comunicativo, carismatico, ottimista, fiducioso, consapevole, affettuoso, empatico, devoto, entusiasta, vigile
  • Esagerata: eccitabile, chiacchierone, seducente, pomposo, ingenuo, ipersensibile, sentimentale, fuso, adorante, avido, ansioso
  • Crollata: sbigottito, muto, fanatico, credulone, stordito, confuso, sensibile, perso, infatuato, egoista, impressionabile
  • Difficoltà con: confini, spazio, separazione, stimolo, futuro, sconosciuto, sognare, espressione, sonno, pensare, piacere/dolore

Caratteristiche fisiche:

  • Armoniosa: fisico morbido e flessibile, mani e piedi aggraziati, pelle morbida, calda, umida, elastica, collo, braccia e gambe lunghe
  • Esagerata: cuore ingrossato, sudore abbondante/frequente, viso arrossato, battito cardiaco irregolare/rapido, dolori al petto, minzione dolorosa, polso forte/irregolare, facilmente surriscaldabile, piaghe a bocca, lingua, labbra, ipertensione polmonare, eczemi secchi e dolorosi, facilità ad eccitarsi sessualmente ma difficilmente soddisfatto
  • Crollata: polso lento/irregolare, cuore debole, gela/si riscalda facilmente, pressione bassa, svenimenti o stordimenti, anemia, pallore con guance arrossate, stanchezza per eccitazione sessuale, orgasmo precoce
  • Difficoltà con: sonno disturbato, disordini di cuore o arterie, disturbi della velocità e del ritmo cardiaco, disturbi della parola e della sensazione, disordini pressori e circolatori

Chiavi per capire la costituzione Fuoco:

  • Gusta l’eccitazione e adora l’intimità
  • Finemente intuitivo e appassionatamente empatico
  • Crede nel potere del carisma e del desiderio
  • Ama la sensazione, il dramma, il sentimento
  • Gli piace essere caldo, luminoso, vibrante

Problematiche tipiche:

  • Inquietudine, agitazione, frenesia
  • Percezioni e sensazioni bizzarre
  • Esaurimento nervoso e insonnia
  • Palpitazioni, eccessiva sudorazione, ipoglicemia, eruzioni cutanee, paresi
  • Abuso di sostanze che alterano la mente

Periodi critici:

  • Stagioni: estate ed autunno (fuoco esagerato – congestione del cuore), tarda estate ed inverno (fuoco crollato – debolezza del cuore)
  • Ore del giorno: dalle 11 alle 15 e dalle 3 alle 7 (fuoco esagerato – congestione del cuore); dalle 23 alle 3 e dalle 15 alle 19 (fuoco crollato – debolezza del cuore)

Un consiglio da amico

Il potere del fuoco proviene dalla sua capacità di liberare calore e luce, realizzando gioia e compimento. I tipi fuoco devono riuscire a moderare la loro chimica e contenere il loro fervore, conservando le loro risorse così come riescono a condividerle, riuscendo a ritirarsi e separarsi così come riescono ad abbracciare ed a fondersi.

La mano Fuoco

La mano Fuoco è allungata, le sue dita spesso più lunghe del palmo, sono affusolate, molto sottili, agili, piene di vita, agitate in arabeschi fuggenti. Le dita hanno la capacità di allontanarsi molto l’una dall’altra, dando alla mano la forma di un sole (a raggiera). È una mano elegante, delicata e può essere piccola e minuta. Le unghie sono armoniose, crescono con la punta arrotondata e come la pelle, del resto della mano, sono sottili e fanno trasparire la vascolarizzazione. La mano è molto colorita e i polpastrelli spesso molto rosei.  Il palmo a volte presenta numerose linee superficiali, indice di un’iperattività mentale.

mano_fuoco

Una persona Fuoco in sala d’attesa

Solitamente socievole. Scarica la propria tensione con la lingua, fischiettando, ridendo o scherzando con la segretaria. Il colorito del viso e della pelle è roseo.

La voce Fuoco

Timbro chiaro e squillante, proprio della gioia. In caso di pienezza diventano fiumi in piena, parlano senza freno, come mitragliatrici e tendono ad alzare il tono e la frequenza, correndo il rischio di diventare logorroici.

La risata Fuoco

Ride con la “I”, caratteristica dei cardiopatici o indice di predisposizioni a cardiopatie.

Il bambino Fuoco e i sintomi dell’infanzia

Il bambino Fuoco è ipersensibile, iperemotivo. Spesso ben ambientato nel sociale e non particolarmente timido, il bambino Fuoco è di buon carattere, sono quei bambini apparentemente tranquilli, paciosi, generosi, che non danno particolari problemi se non fosse per quella loro emotività che li rende influenzabili, instabili, con momenti alterni di riso e pianto. Al contrario, a volte è un agitato, turbolento, disobbediente, restio, soggetto a fughe, bugiardo, difficile da allevare. Il bambino Fuoco ha le gote rosse. Può presentare “spasmo del singhiozzo”. I sintomi sono prevalentemente di carattere psichico, le malattie fisiche sono invece, abbastanza rare. Quando ha la febbre raggiunge spesso i 40°. Rischia convulsioni; talvolta è afflitto da epilessia. Potrebbero verificarsi angine, o una scarlattina in forma grave, un’insolazione o una tossicosi. Sofferenza fetale e cordone attorcigliato possono influenzare il comportamento costituzionale Fuoco.

Tendenze patologiche dell’adulto Fuoco

I disturbi sono quelli di natura cardio-vascolare, up/down pressorico; disturbi del sistema simpatico (Maestro del Cuore) con spasmi agli intestini, allo stomaco, al cuore, disturbi del ritmo cardiaco, tachicardia, disturbi circolatori venosi e arteriosi, con possibili ictus.  I disturbi venosi sono le varici e le emorroidi, quelli arteriosi sono arterite degli arti inferiori, angina pectoris, arteriosclerosi. Il soggetto Fuoco può anche soffrire di cefalee diffuse, di sensazioni di formicolio al cuoio capelluto e agli arti, di spasmofilia, di colite spastica, di artrosi; sul piano metabolico troviamo disturbi dell’eliminazione del colesterolo, dell’urea e dell’acido urico. Il soggetto Fuoco va più facilmente incontro a sovraccarichi e a stress, per le sue difficoltà di adattamento. Può manifestare problematiche alla loquela con balbuzie, tartagliamenti; diventa logorroica, quando in eccesso. 

Affinità del soggetto Fuoco

Il soggetto Fuoco teme l’estate ed il caldo.  Può essere portato verso il salato o il dolce, indifferentemente. Comunque ama il sapore amaro, come il caffè e il tè.

Se vuoi avere maggiori informazioni o vuoi venire a conoscerci di persona ed a sperimentare i benefici della Medicina Tradizionale Cinese consulta il calendario degli eventi che si svolgeranno presso l'Associazione "La Ghianda" a Roma, in Viale Appio Claudio  (vicino al Parco degli Acquedotti ed a Cinecittà,  tra la via Appia e la via Tuscolana, facilmente raggiungibile anche con la metropolitana Linea A, fermate Subaugusta o Giulio Agricola) oppure chiamaci (o scrivici su Whatsapp) al numero 334-67.55.488 (Enrico)

Visite: 1465