Trattamento della sindrome bipolare tramite la Medicina Tradizionale Cinese

Medicina Cinese

Cos'è la sindrome bibolare

Quando si parla di sindrome bipolare (anche nota come “disturbo bipolare, “malattia maniaco depressiva”, “psicosi maniaco depressiva”) si intende un disturbo caratterizzato da oscillazioni improvvise ad anomale del tono dell'umore e della capacità di funzionamento di un individuo; come tale quindi si tratta di un problema che interferisce in modo pesante con la qualità della vita di chi ne soffre, con il suo lavoro e le sue relazioni interpersonali e che spesso si traduce in uno stravolgimento della propria vita quotidiana.

Secondo le statistiche del NIMH (National Institute of Mental Health), il più grande centro studi biomedicale del mondo, il disturbo bipolare ha un’incidenza sulla popolazione tra l’1 e il 2% e colpisce indistintamente sia gli uomini che le donne.

Inquadramento della sindrome bipolare secondo la Medicina Tradizionale Cinese

I sintomi

Questo disturbo tende a peggiorare se non trattato adeguatamente per tempo e purtroppo è molto complesso e difficile da riconoscere, anche perché il quadro clinico è multiforme e spesso associato ad altri disturbi psichiatrici; in generale comunque chi soffre di questa patologia può presentare i seguenti sintomi:

  • Fluttuazioni frequenti ed evidenti dell’umore
  • Palpitazioni, ansia, agitazione e disturbi del controllo degli impulsi
  • Senso di oppressione al torace
  • Comportamento maniacale, confusione mentale e sintomi psicotici (deliri ed allucinazioni)
  • Irrequietezza mentale, agitazione, irritabilità, permalosità eccessiva
  • Ritmo sonno-veglia fortemente alterato (Insonnia alternata a sensazione di forte energia)
  • Comportamento violento ed aggressivo sia verbalmente che fisicamente
  • Costante depressione del tono dell’umore o disperazione frequente
  • Grave riduzione degli interessi e del piacere di fare tutte o la maggior parte delle proprie attività
  • Perdita o incremento del peso corporeo o dell’appetito
  • Sentimenti di inadeguatezza, di colpa o perdita dell’autostima
  • Incapacità di concentrarsi e di prendere decisioni
  • Esagerata produzione mentale e tendenza a saltare velocemente da un’idea all’altra
  • Pensieri di morte o suicidio
  • Viso rosso
  • Bocca amara
  • La lingua è rossa, gonfia con una patina spessa e a volte vischiosa, spesso presenta delle profonde fessurazioni nella zona del Cuore
  • Il polso è generalmente pieno-rapido-scivoloso oppure rapido-pieno-a corda

Le possibili cause

Il disturbo bipolare di solito si presenta in modo improvviso ed evidente in un’età collocabile tra l’adolescenza e la prima età adulta; esso però può essere anche subdolo, latente e provocare umore irritabile, mancanza di controllo sul comportamento, deficit attentivi. Gli studi sembrano confermare che non esista una causa specifica ma che il disturbo emerga da un insieme di cause diverse, tra cui le più frequenti sono:

  • Fattori genetici: i geni sono uno dei fattori di rischio maggiori per lo sviluppo di un disturbo bipolare. Numerosi e importanti studi hanno infatti dimostrato che esiste una probabilità del 10% di sviluppare una depressione bipolare se in famiglia è presente un familiare con questa patologia, rispetto alla media della popolazione generale che è dell’1%
  • Storia familiare: I figli di genitori con un disturbo bipolare hanno un rischio molto maggiore di sviluppare il disturbo rispetto a chi ha genitori senza il disturbo. Altri aspetti familiari, come la presenza di alta emotività espressa, oppure eventi di tipo traumatico, hanno la loro influenza
  • Terapie farmacologiche (anfetamine, sedativi, ipnotici, ansiolitici, antidepressivi, etc.) o abuso di sostanze stupefacenti
  • Stress emotivo (gravi problemi emozionali, depressione)
  • Dieta (consumo eccessivo di cibi caldi e grassi, carni e spezie)
  • Mancanza di sonno
  • Ipersensibilità ai cambiamenti stagionali

Quadri energetici caratteristici e relativi sintomi

Sindrome Bipolare

Di seguito i quadri energetici propri della Medicina Cinese riscontrati più frequentemente in chi soffre di sindrome bipolare.

  • Stasi del Qi di Fegato

Sintomi:

  • visione pessimistica
  • sensazione di disgusto della vita
  • lamenti e frequenti sospiri
  • dolore congestivo alla facce laterali del torace
  • mancanza di desiderio per il cibo

In questo caso il principio di trattamento sarà il “drenaggio epatico” e il “dissolvimento della stasi” 

  • Insufficienza del Qi del Cuore e della Milza

Sintomi: 

  • eccesso di pensieri e di dubbi
  • insonnia
  • palpitazioni
  • calo della memoria
  • mancanza di interessi
  • inappetenza e gonfiore addominale
  • feci semiliquide

In questo caso il principio di trattamento sarà la tonificazione del Qi di Cuore e Milza

  • Insufficienza del Qi di Milza e Reni

Sintomi:

  • stato d’animo depresso, avvilito
  • morale basso
  • preferisce il riposo all’attività
  • paura e panico
  • disturbi del sonno
  • impotenza
  • squilibrio del ciclo mestruale e leucorrea nella donna.

In questo caso il principio di trattamento sarà la tonificazione del Qi di Milza e dei Reni.

Principi di trattamento energetico

Da un punto di vista energetico proprio della Medicina Tradizionale Cinese, i principi generali di trattamento sono:

  • Purificare il Cuore
  • Drenare il Fuoco
  • Dissolvere il Flegma
  • Calmare lo Shen
  • Disostruire gli orifizi dello Shen  

Trattamento tramite agopuntura o massaggio Tuina

Trattamento Tuina

I seguenti punti (utilizzati tutti in dispersione tranne CV12 e BL20 che devono essere tonificati) sono quelli che più frequentemente vengono utilizzati per trattare questo genere di disarmonia.

Attenzione:

  • L’elenco dei punti da trattare e i suggerimenti legati all’alimentazione sono forniti esclusivamente a scopo divulgativo; secondo la Medicina Tradizionale Cinese, infatti, la scelta dei punti su cui agire e gli alimenti e le sostanze da assumere dipendono in maniera sostanziale dall’inquadramento energetico personalizzato del singolo paziente.
  • È fortemente sconsigliato utilizzare la Moxa su questi punti in caso di sindrome bipolare

Punto

Pinyin

Azione

BL15

Xinshu

·        Regola il Cuore

·        Calma lo Shen

·        Regola il Sangue e il Qi

BL20

Pishu

·        Mobilizza il Qi della Milza

·        Regola e favorisce le funzioni di assimilazione

·        Dissolve l'Umidità

·        Regola il Sangue

CV12

Zhongwan

·        Regola lo Stomaco

·        Tonifica il Qi dello Stomaco

·        Dissolve l'Umidità

·        Favorisce la discesa dell'Energia che circola in controcorrente

CV15

Jiuwei

·        Regola il Qi della Milza

·        Tonifica Fegato Cuore e Milza

·        Sottomette il Vento

·        Espelle Calore

GB13

Benshen

·        Tonifica lo Yin del Fegato

·        Espelle il Vento

GB17

Zhengying

·        Espello il Vento

·        Blocca il dolore

GV20

Baihui

·        Regola il Fegato

·        Sottomette lo Yang del Fegato

·        Sottomette il Vento

·        Tonifica il Cuore

·        Apre gli orifizi

·        Calma lo Shen

·        Stimola la diffusione dello Yang del Riscaldatore inferiore

·        Stimola la salita del Qi

HT7

Shen Men

·        Calma lo Shen

HT8

Shaofu

·        Tonifica e regola il Qi della Milza e del Rene

·        Raffredda il Calore

·        Sottomette lo Yang e ne favorisce la discesa

LR2

Xingjian

·        Tonifica e regola il Fegato

·        Raffredda il Sangue

·        Purifica il Fuoco del Fegato

PC5

Jianshi

·        Tonifica e regola il Cuore e il Pericardio

·        Sottomette il Vento

·        Purifica il Calore

·        Favorisce la discesa del Qi

·        Dissolve il Flegma

·        Armonizza lo Stomaco

PC7

Daling

·        Calma lo Shen e purifica il Fuoco del Cuore

·        Armonizza lo Stomaco

·        Libero l'Esterno

·        Purifica il Calore

·        Espelle il Vento

·        Elimina il senso di oppressione al torace

SP6

San Yin Jiao

·        Nutre lo Yin

·        Calma lo Shen

ST40

Fenglong

·        Dissolve l'Umidità e il Flegma

·        Mobilizza il Qi della Milza e dello Stomaco

·        Calma lo Shen

·        Favorisce la discesa dello Yang

In caso di trattamento con Tuina è fortemente indicato trattare il punto Guanyuan (CV4) in quanto agisce su fegato, milza e stomaco, la cui disarmonia, secondo la Medicina Cinese, è legata alla depressione. Il trattamento può essere effettuato ponendo due mani, una sull’altra su questo punto (situato 3 cun sotto l'ombelico) e farle ruotare circa cinquanta volte in senso orario e antiorario, con un ritmo e intensità crescente.

Dietetica energetica – indicazioni generali

Dietetica Cinese

Gli alimenti più indicati sono: pesce, legumi, alimenti di colore nero (Rene) come alghe e fagioli neri, riso nero, ecc. e tutto ciò che può "nutrire" il sangue (Cuore) come: azuki rossi, barbabietola rossa e più in generale gli alimenti ricchi di clorofilla (gli spinaci, le erbette, i broccoli, il cavolo riccio e quello toscano, il tarassaco, la cicoria, le cime di rapa, la catalogna, la barba di frate, l'alga spirulina).

Per la medicina cinese, inoltre, la Milza "genera il sangue" ed è tonificata attraverso l’assunzione di cereali integrali, miele e carote. Le verdure verdi o a foglia verde e i frutti aspri (agrumi) tonificano invece il Fegato che ha la funzione di accumulare il sangue e far fluire l'energia in tutti gli organi.

Alcune indicazioni di carattere generale sull’alimentazione:

  • Evitare gli alimenti di natura "calda" (carni, spezie)
  • Preferire gli alimenti di natura "fredda":
    • Cereali (miglio, orzo)
    • Frutta (pere, anguria, melone)
    • Verdura (spinaci, carciofi, pomodori freschi)
  • Si a patate dolci e i cereali integrali
  • Mangiare meno zuccheri raffinati, come il pane bianco, la pasta non integrale e il riso brillato
  • Evitare lo zucchero e i dolci
  • Evitare di usare il cibo come ricompensa e come fonte di conforto
  • Evitare carne (manzo, tacchino e pollo), uova, latte e derivati e la soia
  • I cibi fermentati, come le verdure fermentate sono importanti anche per la salute mentale, in quanto sono la chiave per ottimizzare la salute dell'intestino
  • Il magnesio aiuta a combattere la depressione. Per ottenere più magnesio con l'alimentazione, mangiare fagioli neri, semi di girasole e di zucca, spinaci, soia, anacardi e bietole
  • La vitamina B9 è essenziale per evitare l'aumento dell'omocisteina, un ormone prevalente nella depressione. Si è riscontrato che l'acido folico (la vitamina B9) è in grado di ridurre sia la fase depressiva sia quella maniacale. Trovi la vitamina B nelle verdure a foglia verde, nei fagioli, spinaci, asparagi, mango e pane di farina integrale. L’acido folico è indicato per la depressione perché aumenta i livelli di serotonina nel cervello
  • Alcuni studi hanno dimostrato che la vitamina C contribuisce al controllo dei disturbi bipolari. La vitamina C è presente in agrumi, frutti di bosco, peperoni, cavoli, spinaci, broccoli e cavolfiori.
  • Una singola noce del Brasile, che contiene più selenio di qualsiasi altro tipo di noce, soddisfa il fabbisogno quotidiano
  • Si a pepe nero e aneto che contengono grandi quantità di vanadio
  • L’aglio dà una sensazione di benessere e la capsicina contenuta nel peperoncino rosso può far precipitare una temporanea sensazione di euforia facendo secernere al cervello degli antidolorifici naturali sotto forma di endorfine. Maggiore la quantità di peperoncino consumata, maggiore la quantità di endorfine prodotte dal cervello
  • Evita la caffeina e gli alcolici. La caffeina può causare depressione momentanea nelle persone sensibili alla sostanza o che cercano di limitarne il consumo; per molte persone costituisce però una nota sostanza alimentare antidepressiva
  • La liquirizia e il miele sono antidepressivi naturali
  • Si pensa che l’avena abbia effetti positivi, anche se non esistono conferme scientifiche
  • Integratori:
    • Integrare l'alimentazione con gli acidi grassi omega-3. Prendere ogni giorno una porzione di pesce grasso, come il salmone, lo sgombro o le sardine, un cucchiaio di olio di oliva, di colza o di soia oppure una manciata di semi di lino o frutta secca per assumere una quantità adeguata di omega-3
    • Prendere la lecitina (fosfatidilcolina). Si tratta di un grasso sano in grado di ridurre la gravità delle fasi sia depressive sia maniacali. È disponibile sotto forma di capsule o granuli e deve essere conservata in frigorifero. La colina contenuta nella lecitina regola l'acetilcolina, un neurotrasmettitore che si è dimostrato attivo sul controllo delle emozioni. Le persone affette da mania spesso hanno bassi livelli di acetilcolina. Un altro componente della lecitina è l'inotisolo che agisce anch'esso sulla regolazione dell'acetilcolina e della serotonina. In genere si consigliano 15-30 g al giorno di lecitina o fosfatidilcolina.
    • Assumere il ginseng. Questa pianta si è dimostrata utile per aumentare i livelli di energia e migliorare la salute in generale e consente di concentrarsi meglio, ricordare le cose ed essere più attenti. In particolare, è consigliabile prendere gli integratori di ginseng durante la fase depressiva per alleviare i sintomi come la letargia e la spossatezza. Assumere fino a 2.000 mg di radice macinata pura di ginseng.
    • Non prendere l'iperico, almeno non prima di averne parlato con il proprio medico. Gli estratti da questa pianta vengono spesso venduti come antidepressivo naturale, ma nella pratica possono innescare le fasi maniacali; inoltre l’utilizzo di questa pianta inibisce gli altri farmaci assunti e li rende meno efficaci.

Trattamento tramite aromaterapia

Oli essenziali

Per il trattamento della sindrome bipolare l’utilizzo degli oli essenziali è particolarmente efficace, in particolare le sostanze più indicate sono il bergamotto, il basilico, il coriandolo, la sclarea, la camomilla romana, il geranio, l’incenso, la lavanda, il pompelmo, il limone, l’arancio, i fiori di arancio, il patchouli, il petit-grain, la rosa di damasco, il sandalo e l’ylang ylang.

Anche in questo caso vale il discorso fatto per i punti e la dietetica: prima di intraprendere una qualsiasi azione è sempre necessario rivolgersi ad un professionista qualificato e competente che si occupi di eseguire una diagnosi energetica personalizzata.

Attività fisiche consigliate

Taiji e Qi Gong

Gli studiosi sono tutti concordi nel ritenere che l’esercizio fisico risulti particolarmente utile per avere effetti positivi non solo sul corpo ma anche sulla mente, riducendo i sintomi associati alla depressione.

Qualsiasi tipo di attività fisica svolta in maniera moderata e regolare è indicata in quanto può aiutare a rendere più stabile l'umore e ad alleviare la depressione, causando il rilascio di sostanze chimiche cerebrali, dette endorfine, che causano euforia e aiutano a normalizzare il ritmo sonno-veglia. L'esercizio fisico inoltre fa bene al cuore e aiuta a mantenere un peso corporeo sano. Ciò è particolarmente utile per le persone con disturbo bipolare, perché esse hanno un maggior rischio di sviluppare malattie cardiache, diabete e obesità.

Tra tutte le attività citiamo le seguenti a titolo di esempio:

  • Pratiche psicocorporee come il Taiji, il Qi gong, la meditazione, la pratica mindfulness, lo Yoga o altre pratiche in grado di portare l’attenzione su di noi: sul nostro corpo e la nostra mente
  • Il ballo può essere una valida alternativa allo sport tradizionalmente inteso, in quanto esso permette di coniugare il movimento fisico con la musica e lo stare in compagnia. Questo mix è decisamente utile per “muovere” la nostra energia più nel profondo
  • Correre o camminare a passo veloce per pochi minuti al giorno aiuta a migliorare l’umore. Non solo si hanno cambiamenti durevoli a livello di neurotrasmettitori del buonumore, ma sembra che i benefici della corsa e della camminata siano anche nei movimenti ripetitivi che hanno sul cervello effetti simili a quelli generati dalla meditazione.
  • Immergersi nella natura e fare trekking ha un effetto calmante e tonificante. Questo anche a livello chimico, in quanto le piante e gli alberi in particolare emettono sostanze in grado di “sedare” alcuni meccanismi che in noi sono alla base dell’ansia e dell’irrequietezza.

Stile di vita ed attenzioni verso di noi

Indicazioni particolarmente utili sullo stile di vita da tenere potrebbero essere:

  • Dormire molto: dormire a sufficienza aiuta a stabilizzare l'umore e a ridurre l'irritabilità. Se si hanno difficoltà nel dormire, parlarne con il proprio medico per avere suggerimenti che possano aiutare a risolvere il problema.
  • Evitare rapporti personali non sani: a volte membri della famiglia, amici, un terapeuta o un consulente possono far notare che alcuni rapporti personali incoraggiano comportamenti non sani, che possono innescare stati depressivi o maniacali, peggiorando il disturbo bipolare. È importante invece cercare di circondarsi di persone che esercitino un'influenza positiva.
  • Evitare alcool e sostanze stupefacenti: l'abuso di alcool e altre sostanze è comune nelle persone con disturbo bipolare, ma ciò aumenta le probabilità di depressione o di comportamenti rischiosi. Se non si è capaci di smettere da soli, rivolgersi a un professionista per avere un aiuto.

Per concludere in generale, per aiutare una persona ad uscire da questo problema, è bene aiutarla a porsi spesso le seguenti domande:

  • Dedico un po’ di tempo a me stesso ogni giorno?
  • Sto coltivando le mie passioni?
  • Cosa mi piaceva fare quando ero bambino? Cosa mi piaceva fare 10 o 20 anni fa? E cosa mi piace fare oggi?
  • Sto rimandando continuamente qualcosa?
  • Mi prendo cura della mia vita?
Visite: 2067