La costituzione Acqua in Medicina Tradizionale Cinese

tipologia acqua

L’Elemento Acqua rappresenta la vita stessa in quanto idrata ed è un elemento capace di assumere sempre nuove forme nel suo naturale movimento di discesa verso il basso e verso la profondità.

L’Acqua è legata alla stagione invernale, alla notte, assieme al freddo condensano induriscono e quando il flusso si interrompe per questa solidificazione, tendono a dividere. Nello scorrimento dell’Acqua si alternano quindi momenti di flusso, canalizzazione, movimento imprevedibile, mutevole, ondulatorio come l’acqua del mare, fluido, a volte dirompente ed erosione del suolo, a fasi di consolidamento, stabilità, deposito di sostanze, condensazione dei ghiacciai.

Il tipo umano acqua è spesso determinato, autoritario, deciso, riesce bene in ciò che intraprende, è orientato verso un traguardo. Mira al successo sociale, ai riconoscimenti, ama il potere e ammira i potenti; si adatta facilmente a qualunque ambiente o persona con cui ha a che fare, è fluido, cambia forma a seconda delle persone con cui è a contatto, a volte non è onesto, è intuitivo, imprevedibile, soffre di cattiva memoria (o in alternativa ha una memoria superiore alla media), può essere molto aggressivo oppure molto dimesso, dà il meglio di sé all’interno di un contesto dove c’è competizione, l’uguaglianza lo annoia e lo spegne, ha bisogno di distinguersi. Ha grandi ambizioni, vuole fare le cose in grande ed è veramente in grado di riuscire a realizzare grandi cose grazie alla sua determinazione e forza di volontà. In un gruppo tende ad imporre la sua volontà anche se non richiesta, rispetto al legno è un leader per imposizione.

Le persone Acqua tendono ad aggirare gli ostacoli per raggiungere uno scopo, che sia il proprio o un fine “più grande”, sono (come l’acqua) difficili da contenere; amano la pace, sono comprensivi verso gli altri e rilassati, ottimi negoziatori e leali nel lavoro, molto diplomatici, ma anche strateghi, alla fine finiscono spesso per fare ciò che vogliono. Sono consapevoli e sensibili, spesso sono degli ottimi addetti alle pubbliche relazioni, alle “rappresentanze”, o all’opposto, se in squilibrio, possono essere assaliti da paura e insicurezza, essere ansiosi, isolati, scoraggiati ed avere la tendenza alla solitudine ed una sorta di disgusto per la vita e di disinteresse generalizzato, accompagnato da un sentimento profondo di tristezza, di malcontento, di “fatica” di vivere, arrivando nei casi più gravi addirittura al suicidio. Questo stato depressivo e melanconico rappresenta la base dell’umore naturale di questo soggetto; contro di esso dovrà lottare tutta la vita e sarà il motivo che lo spingerà a superarsi, a farsi forza per realizzarsi e realizzare in modo più concreto

Il tipo Acqua tende a mostrare sicurezza di sé (anche magari in un momento di insicurezza), spesso non vede riconosciuto il suo valore; ha (o è convinto di avere) un buon senso estetico, apprezza la bellezza esteriore, le decorazioni, l’arredamento e tutto ciò che “adorna” e rende bello, apparentemente può assumere un atteggiamento frivolo e superficiale per nascondere la sua grande sensibilità e fragilità, ma in realtà è profondo, si pone le grandi domande della vita e sa arrivare al centro delle cose, ama la vita e ha una grande forza di volontà, ogni cosa lo fa vibrare; sono soggetti che lavorano parecchio sulla loro interiorità, sull’introspezione.

Il soggetto Acqua è molto seduttivo; ma ha grosse difficoltà nell’interazione con l’altro e spesso tenta di “aggirare gli ostacoli”, a volte può essere manipolatore: se è un donna, al contrario del fuoco, “fa dannare” gli uomini per amore. Il suo sguardo è una continua sfida verso chi lo sta guardando. Nel lavoro non vuole dedicarsi alle piccole cose, ciò che fa deve essere sempre qualcosa che gli possa permettere di essere notato. Può avere una grande spinta sessuale, predilige i rapporti fisici.

Può avere problemi legati alla loggia Acqua, composta dalla coppia Rene/Vescica, perciò ad esempio: disturbi alle ossa (in particolare la colonna, parte lombare, e le ginocchia), all’udito, problemi legati alla sfera riproduttiva. Tende ad accumulare liquidi in basso. Può soffrire di problemi di memoria e malattie neurodegenerative.

Morfologia Acqua

Fisicamente, l’adulto Acqua non è di costituzione solida; è freddolosofragile e spesso malato; la sua vitalità lascia a desiderare, quando è stanco soffre di una stanchezza inconsolabile, totale e cronica; uno spossamento che non lo lascia mai. O, al contrario, può avere una costituzione eccezionalmente solida (ipersurrenalico) ed essere resiliente e coriacee.

Le persone di questa tipologia possono essere longilinee e atletiche oppure grassottelle e “rotondette” (con accumulo di liquidi), con le ossa che nascondono un leggero strato adiposo, presentano spesso rughe, la testa grossa, viso e corpo tondeggianti, i lineamenti del viso sono tagliati, interrotti e sporgenti. Il naso dell’ipersurrenalico (vescica) è a becco d’aquila, le guance piene, le spalle piccole e strette e l’addome ampio, a volte dilatato. Le mani possono avere dita grasse ma non compatte (come invece il tipo terra), piuttosto “imbibite”, le dita sono più corte del palmo, il dorso della mano è come se avesse “pelle in eccesso”, talvolta con ripiegamenti sulle articolazioni; la pelle può ricoprire in parte l’unghia, soprattutto al mignolo.

I tipi Acqua spesso sono di bell’aspetto ed hanno l’aria furba, hanno colorito normale, rosso (le costituzioni Acqua e Fuoco che si associano), scuro o nerastro (simile a quello dei mediorientali), con un annerimento (come accade in caso di insufficienza renale) o dei cerchi intorno agli occhi, che spesso sono gonfi per edemi delle palpebre, o per le borse sotto agli occhi. Per i cinesi, le borse, sono da attribuire alla funzione Yin del rene, quella deputata al filtraggio del sangue (probabilmente c’è un abuso di sale in cucina); le occhiaie, invece, alla funzione renale Yang, associata all’attività surrenalica (stress, abusi sessuali, scarse ore di sonno, super lavoro).

In generale amano il movimento, la loro colonna vertebrale è più lunga del normale; l’ipersurrenalico (Vescica) ha tendenza a stare diritto, la colonna rigida e tesa, la testa alta. L’iposurrenalico (Rene) ha la tendenza a incurvarsi in avanti, abbassando la testa e lo sguardo.

In generale hanno una camminata “militare”, con passi decisi e cadenzati. Godono spesso di buona salute in autunno e inverno mentre tendono ad ammalarsi in primavera ed estate. Possono avere problemi legati alla loggia Acqua composta dalla coppia Rene-vescica urinaria (disturbi alle ossa, alla colonna, alla zona lombare e alle ginocchia, all’udito, problemi legati alla sfera riproduttiva, alla memoria, malattie neurodegenerative). 

Origini delle strutture energetiche dell’acqua:

  • Esagerata: nasce da congestione di umidità e sangue, accumulo di calore e freddo, disarmonia di Rene-Cuore e/o di Rene-Milza
  • Crollata: nasce da esaurimento di umidità, sangue e Jing, congestione di umidità e sangue, accumulo di freddo, debolezza di Milza, Polmone, Rene
  • Aggravamento: nasce nelle stagioni Inverno ed Estate, negli orari che vanno dalle 15 alle 19 oppure dalle 3 alle 7, con l’esposizione a freddo, umido e secchezza o con l’assunzione di bevande e cibi freddi, dolci, crudi, salati

Caratteristiche emotive/caratteriali:

  • Armoniosa: candido, introspettivo, modesto, osservatore, obbiettivo, curioso, ingegnoso, attento, particolare, frugale, sensibile, lucido
  • Esagerata: ottuso, riservato, reticente, penetrante, distaccato, scrutatore, eccentrico, sospettoso, esigente, avido, cinico, preoccupato
  • Crollata: sarcastico, catatonico, anonimo, guardone, isolato, critico, fantasioso, fobico, pignolo, spilorcio, pessimista, distratto
  • Difficoltà con: socievolezza, introversione, conformità, generosità, ipocondria, isolamento, comunicazione, esposizione, fiducia, sicurezza

Caratteristiche fisiche:

  • Armoniosa: fisico forte, denso, magro, ossa lunghe e grandi, viso scolpito, testa e viso tondeggianti, occhi affossati, spalle strette, anche più larghe
  • Esagerata: visione e udito ipersensibili, cefalee sopra gli occhi e alla sommità del capo, mancanza di sudore e urina, indurimento dei vasi sanguigni e delle cartilagini, rigidità di articolazioni, muscoli, calcoli a reni e vescica, tumori ossei, sessualità precoce, scarsa digestione, gengive retratte, poco bisogno di dormire, stipsi atonica, carnagione scura o bronzea, ipertensione
  • Crollata: visione e udito smorzati, tinnitus, debolezza e rigidità della colonna vertebrale, parte inferiore del corpo e articolazioni, degenerazione di cartilagini e dischi, natiche, gambe e piedi freddi, minzione frequente, osteoporosi, capelli prematuramente grigi, sottili, pelle rugosa, infertilità, frigidità, impotenza, mancanza di vigore, risveglio difficile, perdita di appetito, muscoli addominali deboli, pelle scura o pallida
  • Difficoltà con: memoria e vigilanza, disturbi della funzione sensoria e motoria, distorsioni alla forma delle ossa, articolazioni, denti, crescita e riproduzione disturbate, inefficiente secrezione o conservazione dei fluidi, cisti, gonfiori e sclerosi degli apparati riproduttivo e urinario, ciclo sonno/veglia disturbato

Chiavi per capire la costituzione Acqua:

  • Articolato, intelligente, introspettivo
  • Riservato e autosufficiente
  • Penetrante, critico e scrutatore
  • Cerca la conoscenza e la comprensione
  • Gli paice restare nascosto, enigmatico, anonimo 

Problematiche tipiche:

  • Emotivamente inaccessibile e non fa vedere le sue emozioni
  • Isolamento e solitudine
  • Senza tatto, non perdona, sospettoso
  • Indurimento delle arterie, deterioramento di denti e gengive, mal di schiena, soffre il freddo, calo della libido

Periodi critici:

  • Stagioni: primavera e tarda estate (Acqua crollata – debolezza del Rene), inverno ed estate (Acqua esagerata – congestione del Rene)
  • Ore del giorno: dalle 15 alle 19 e dalle 11 alle 15 (Acqua esagerata – congestione del Rene), dalle 3 alle 7 e dalle 7 alle 11 (Acqua crollata – debolezza del Rene)

Un consiglio amichevole

Il potere dell'Acqua proviene dalla capacità di concepire, concentrare e conservare. I tipi Acqua devono compensare la loro durezza, ottusità e distacco con tenerezza, sensibilità e apertura, arrischiando il contatto morbido, l'esporsi e l'attaccamento.

Acqua in sala d’attesa

Soggetto con tendenza all’astenia ossea, fatica a stare fermo in piedi o seduto troppo a lungo; ecco perché, più facilmente, sarà quel soggetto che cammina avanti e indietro, con le mani appoggiate sulla regione lombare e, soffermandosi sui particolari della stanza. Soggetto abbastanza introverso e ansioso, per scaricare la tensione fa scricchiolare le articolazioni delle mani. 

Voce Acqua  

Il soggetto Acqua ha un timbro di voce a basse frequenze, voce cupa, calda, sensuale, profonda; può essere rassicurante o minacciosa.  I soggetti Acqua parlano lentamente, con pause, per esaltare i concetti. Il suo timbro profondo, può essere associato ad una persona matura, sofisticata, curata nell’aspetto e dotata di realismo, nell’uomo; nella donna, alla mascolinità. 

Risata Acqua

Il soggetto Acqua ride con la “U”. E’ contenuta, smorzata, quasi come se volesse essere negata. In squilibrio questo soggetto diventa il tipico “serio frustrato”.

Mano Acqua

E’ a spatola e corta. Mano nodosa, ossuta e di colorito scuro. La mano Acqua ha nocche evidenti, che aumentano di volume, quando sono patologiche. Le unghie sono tendenzialmente piatte, che conferiscono all’estremità delle dita un aspetto a chiatta; saranno forti e dure, nei soggetti con una buona funzione renale, fragili e con tendenza a spezzarsi o piegarsi, nei soggetti con una funzione renale meno forte.

mano acqua

Bambino Acqua e i sintomi dell’infanzia

Come il bambino Metallo, il bambino Acqua si distingue per la magrezza. E’ un bambino ipersensibile, chiuso, triste.  Spesso solitario, tranquillo, ama giocare da solo. Gli occhi sono cerchiati. Il bambino Acqua è pauroso, ansioso, timido, nervoso, a volte isterico, un po’ scorbutico; tutto questo per nascondere la sua sensibilità, fragilità e la sua profondità. Infatti, questo bambino, può risultare antipatico. Il destino del bambino Acqua è talvolta infelice, con traumi affettivi. Accade che ci si chieda se è questa infelicità che determina la costituzione. Può trattarsi di una condizione favorente ma, allora si ritrova il carattere ereditario di questa costituzione nel padre o nella madre.  Il bambino Acqua è molto freddoloso, spesso gracile, soprattutto soggetto alle infezioni. E’ vulnerabile nella sfera otorinolaringoiatrica, accusando otiti, faringiti, laringiti, tonsilliti recidivanti che spesso portano ad una tonsillectomia o alla manifestazione di malattie reumatiche poststreptococciche.  Il bambino Acqua può inoltre manifestare enuresi, impetigine, foruncoli, presentare ritardo nella pubertà o assenza di mestruazioni. Altro campo vulnerabile è quello osteoarticolare con possibili problematiche di scoliosi o rachitismo.

Tendenze patologiche dell’adulto Acqua

La patologia urinaria si manifesta con cistiti infettive frequenti, per problemi della vescica o una debolezza dello sfintere, che costringe il soggetto ad urinare spesso ed avere difficoltà nello svuotamento completo della vescica. Il conseguente aumento dell’urea può portare ad un edema mattutino delle palpebre o delle caviglie a fine giornata. Ulteriori problemi, del soggetto Acqua, potrebbero essere i calcoli renali o vescicali, più spesso di natura ossalica; o le infezioni renali. Spesso questi soggetti anche in assenza di malattie renali, si lamentano dei loro reni, cioè dei lombi.  Il soggetto Acqua, può essere soggetto a naturopatie croniche degenerative o comunque problematiche con quello che riguarda il sistema nervoso centrale.  A livello delle gonadi, può manifestare un arresto delle mestruazioni, o mestruazioni dolorose con mal di reni, lombalgia, ipotensione e debolezza.  Sul piano osteoarticolare presenta la stessa vulnerabilità dell’infanzia, con una possibile e precoce artrosi, con reumatismi cronici evolutivi e, con l’età, con demineralizzazione (osteoporosi); inoltre, presenta la predisposizione alle infezioni ossee e delle meningi, o infezioni di qualsiasi natura. Inoltre, può essere soggetto a malattie genetiche o a immunodepressioni; presentare disfunzioni viscerali, difficoltà respiratorie come l’asma, otiti o una sclerotizzazione generalizzata. 

Affinità del soggetto Acqua

Il soggetto Acqua teme l’inverno in cui si sente congelato, a causa del suo soffrire il freddo. Ha l’impressione, durante l’inverno, di accartocciarsi e di ibernarsi. Sente freddo agli arti, alle mani, ai piedi che sono ghiacciati; sente un freddo interno, nelle ossa e alla regione renale.

Il soggetto Acqua preferisce di gran lunga il salato al dolce, e tende a salare molto i suoi piatti.

 

Visite: 686